+-100%
struttura gerarchica
  • Complessi documentari dell'Archivio di Stato di Napoli 
serie
Complessi documentari (Anagrafe degli archivi)
livello di descrizione
Fondo
titolo e estremi cronologici
Giunta degli Abusi1767 - 1805
descrizione fisica
pezzi  91
soggetto produttore
Giunta degli abusi, Napoli
collocazione
stanza 125
bibliografia (campo unico)
E. ROBERTAZZI DELLE DONNE, "L'esplulsione dei gesuiti dal regno di Napoli", Napoli 1970;
B. FERRANTE, "La giunta degli abusi nell'Archivio di stato di Napoli", in "Archivi e cultura", XV (1981), pp. 85-120;
MINISTERO PER I BENI CULTURALI E AMBIENTALI. UFFICIO CENTRALE PER I BENI ARCHIVISTICI, Guida generale degli Archivi di Stato italiani, III (N-R), Roma, 1986, p. 44.
storia istituzionale
Istituita il 16 settembre 1767 al fine di contrastare gli abusi che si perpetravano nel regno, soprattutto ad opera degli ecclesiastici e, in particolare di procedere alla soppressione avvenuta un mese dopo, della compagnia di Gesù, la giunta, sebbene dotata di attribuzioni meramente consultive, svolse anche funzioni contenziose. Abolita l'8 febbraio 1800, il contenzioso passò ai tribunali odinari e, limitatamente alle controversie fiscali alla Camera della Sommaria.
ambiti e contenuto
L'archivio della Giunta degli Abusi consta di 91 pezzi - 81 volumi e 10 buste - e include carte dal 1767 al 1805, con documenti dal 1644 e fino al 1816. Si articola in tre serie: "Cautele", "Carteggi" e "Carte varie". Le "Cautele" concernono decisioni prese dalla Giunta nel corso delle sedute e riguardanti le competenze della medesima e le direttive per il disbrigo degli affari pertinenti all'amministrazione dei beni gesuitici. La materia trattata - secondo Biagio Ferrante - comprende fra l'altro: richieste di militari al servizio del re, i quali domandano per i figli piazze franche nei reali convitti; ricorsi di particolari per gratificazioni e pensioni; suppliche inoltrate da congregazioni religiose.
La serie "Carteggi" include corrispondenza indirizzata al regio consigliere Gennaro Pallante e ad altri, e concernente: stati e conti dei collegi; risoluzioni di dubbi; inventari di arredi sacri, robe, denaro e altro ritrovato nei collegi gesuitici; disposizioni prese in conseguenza dei dispacci sull'amministrazione dei beni della disciolta Compagnia di Gesù; informazioni intorno a ex gesuiti e suppliche di questi o dei loro procuratori; note di spese occorse per accomodi dei collegi; provviste di biancheria per i reali convitti e di uniformi per i convittori; assegnazioni di cattedre nelle scuole.
Infine le "Carte varie" sono costituite da richieste di assenso per cessioni enfiteutiche o permute; vendite e atti di sequestro di beni gesuitici; relazioni; bilanci e conti esibiti alla Giunta; note di spese erogate per quest'ultima; istanze di particolari.
strumenti di ricerca presenti in Sala di Studio
inv. 199.  a cura di Biagio Ferrante. Si veda anche il vol. 73 della "scheda dei notai della R.Corte, Giuseppe e Giovanni Ranucci" (cfr. inventario n. 556, p. 20). Per il materiale cartografico contenuto in alcuni fasci del fondo: inventario specifico materiale cartografico Giunta degli Abusi.