struttura gerarchica
serie
Comitato Nazionale di Liberazione
livello di descrizione
fondo
titolo e estremi cronologici
Comitato di Liberazione Nazionale
unità di descrizione Anagrafe collegata
Comitato provinciale di liberazione di Napoli
soggetto produttore
Comitato provinciale di liberazione di Napoli, Napoli
bibliografia (campo unico)
http://www.anpi.it/storia/140/comitato-di-liberazione-nazionale-cln
ambiti e contenuto
Il Comitato di Liberazione Nazionale (CLN) nasce il 9 settembre 1943 a Roma, presieduto da Ivanoe Bonomi.
È il momento più difficile della storia nazionale unitaria: il territorio italiano è diventato una delle aree di guerra in cui le truppe anglo-americane e quelle tedesche si affrontano direttamente.
Il CLN unisce in un unico organismo i diversi partiti dell'antifascismo storico: Partito socialista, Partito Comunista, Partito Socialista Italiano di Unità Proletaria, Partito d'Azione, Democrazia Cristiana, Democrazia del Lavoro e Partito Liberale.
Il Comitato, che fungerà da "direzione politica" della lotta di Liberazione, si prefigge il compito di «chiamare gli italiani alla resistenza» contro il nazifascismo e «riconquistare all'Italia il posto che le compete nel consesso delle libere nazioni» Inoltre, la sua composizione rappresenta una rottura evidente con lo Stato che ha permesso e sostenuto il fascismo e la sua guerra: la maggior parte dei membri del CLN, infatti, sono tutti esponenti dell'antifascismo che ha pagato la propria opposizione con il carcere, il confino, l'esilio.
Il CLN diventa presto un modello di rappresentanza politica e guida organizzativa presente in ogni regione d'Italia. Le sedi locali e provinciali si organizzano rapidamente.
strumento di ricerca
1053 Comitato di Liberazione Nazionale
note
Coordinamento scientifico dott.ssa Marina Azzinnari.
Verifica della banca dati, introduzione e pubblicazione sul web a cura della dott.ssa Francesca Chiara Calcagno (2019).