+-100%
struttura gerarchica
  • Complessi documentari dell'Archivio di Stato di Napoli 
serie
Complessi documentari (Anagrafe degli archivi)
livello di descrizione
Fondo
titolo e estremi cronologici
Sottintendenza di Castellammare1826 - 1871
descrizione fisica
buste  33
soggetto produttore
Sottointendenza di Castellammare, Castellammare di Stabia (NA)
collocazione
stanza 179
storia istituzionale
La legge 8 agosto 1806 sulla divisione e amministrazione del regno introduce nelle province dell'Italia meridionale le figure dell'intendente e del sottointendente rispettivamente a capo delle province e dei distretti in cui queste ultime si dividevano. Il ritorno dei Borboni, ispiratori della legge sull'amministrazione civile del 12 dicembre 1816, non apporta sostanziali modifiche sul piano istituzionale. La provincia di Napoli è divisa in un primo momento in tre distretti: Napoli, Pozzuoli e Castellammare che rispettivamente andranno a formare l'Intendenza di Napoli e le Sottointendenze di Pozzuoli e Castellammare; successivamente con la legge 4 maggio 1811 diventeranno quattro con l'aggiunta della Sottointendenza di Casoria.
L'archivio della Sottointendenza di Castellammare consta di 33 buste relative agli anni 1826-1869, mentre un altro nucleo più consistente è individuabile nell'archivio della Sottoprefettura di Castellammare I serie.
ambiti e contenuto
L'archivio dell'Intendenza di Napoli, impropriamente conosciuto anche con il nome di Intendenza borbonica, è diviso in tre parti, corrispondenti ai tre versamenti effettuati entro il 1899 dalla Prefettura e dalla Deputazione provinciale di Napoli, magistrature subentrate dopo l'unità rispettivamente all'Intendenza e al Consiglio d'Intendenza. La prima parte, costituita da 1871 pezzi, dispone di inventari specifici per serie o gruppi di serie. Per il secondo versamento, comprendente 173 pezzi, esiste un singolo inventario generale. Per la documentazione del terzo versamento (originariamente comprensiva di 13618 pezzi), va fatta menzione speciale, in quanto, a seguito di un incendio, è andata in gran parte distrutta. Quest'ultimo gruppo comprende circa 530 fasci di affari generali del Consiglio generale degli Ospizi. La documentazione dell'archivio si riferisce sostanzialmente al periodo 1806-1867, ma vi sono compresi anche nuclei a partire dal 1785 e fino al 1881, provenienti dalla Prefettura.
Il riordinamento è stato condotto da Catello Salvati con Renata Orefice, Giulia Rossi e Lidia Castaldo.
L'ordinamento dell'archivio non riflette l'articolazione degli uffici dell'Intendenza, ma un'organizzazione per funzioni o rami d'amministrazione.
unità di descrizione separate
Regno di Napoli, governo di Napoli; Regno delle Due Sicilie. Regno d'Italia. Ministero degli affari interni. Consiglio generale degli ospizi (1809 - 1862)