struttura gerarchica
  • Complessi documentari dell'Archivio di Stato di Napoli 
  • Archivi privati 
serie
Complessi documentari (Anagrafe degli archivi)
livello di descrizione
Fondo
livello di descrizione
liv.1
titolo e estremi cronologici
Carte Principe di Capua (Carlo di Borbone), già Carte Pecci Blunt 
1825 - 1892
1825 - 1892
altra denominazione: Altra denominazione: Pecci Blunt
descrizione fisica
pezzi  104
soggetto produttore
Borbone, principi di Capua (secc. XIX-XX)
collocazione
stanza 167
ambiti e contenuto
L'archivio dei Borbone principi di Capua fu donato all'Archivio di Stato di Napoli dalla famiglia Pecci Blunt nel 1972, che ne entrò in possesso allorquando nel 1923 acquistò, nella persona della duchessa Anna Letizia Pecci Blunt, la villa Marlia in Lucchesia, ultima dimora dei principi di Capua.
La documentazione copre un arco cronologico che va dal 1825 al 1892 per un totale di numero di fasci 104.
Documenti riguardanti Carlo principe di Capua sono presenti anche nell'archivio Borbone, si segnalano:
I) Carte di Ferdinando IV, serie corrispondenza di Ferdinando I con principi reali, fascio 173, anni 1818-1824;
II) Carte del re Francesco I, serie corrispondenza con persone reali di famiglia e straniere, fascio 442, anno 1804; serie carte Tommasi, busta 711, anni 1825-1828;
III) Carte del re Ferdinando II, serie corrispondenza di Ferdinando con il re, fascio 752, anni 1831-1835, busta 1114; serie carte di Carlo Avarna, duca di Gualtieri, anni 1836-1847;
IV) Carte del re Ferdinando II buste 811(11) e 1096.
Al fondo sono allegati "Brevi cenni di riassunto sulle vicende degli eredi di d. Carlo Borbone principe di Capua dopo il suo ritorno e morte a Torino nell'aprile del 1862 e fino al decesso dell'ultimo sopravvissuto della sua famiglia princ. Francesco di Borbone (demente)" (a. 1910).
strumenti di ricerca presenti in Sala di Studio
inv. 669.  a cura di Giovanna Montesano
unità di descrizione separate
Archivio Borbone