struttura gerarchica
  • Complessi documentari dell'Archivio di Stato di Napoli 
  • Archivi privati 
serie
Complessi documentari (Anagrafe degli archivi)
livello di descrizione
Fondo
titolo e estremi cronologici
Carafa di Castel San Lorenzo1407 - 1897
descrizione fisica
pezzi  42
metri lineari  3
soggetto produttore
Carafa, principi di Castel San Lorenzo (sec.XVI -)
collocazione
stanza 154
storia istituzionale
I Carafa della Stadera discesero dal famoso Antonio Carafa, detto Malizia, diplomatico abilissimo, al quale si dovette in gran parte l'intervento aragonese nel Regno. Il suo terzogenito divenne conte della Rocca di Mondragone e signore di altri feudi, tra i quali Castel San Lorenzo nel Principato citra. Dal primogenito di questo discesero i principi di Stigliano, estinti con la celebre Donn'Anna. Il secondogenito, invece, ereditò i feudi di S. Lorenzo, Felitto e Castelnuovo. Un altro membro della famiglia, Giovanni Antonio, ottenne il titolo di duca di Laurino nel 1591, mentre dal suo primogenito Giovanni vennero i duchi di Laurino, estinti nella famiglia Spinelli. Un Girolamo Carafa ottenne da Filippo IV il 14 settembre 1654 il titolo di principe di Castel San Lorenzo. Questo ramo dell'illustre casa aggiunse per parentela contratta il cognome della estinta famiglia Della Quadra.
ambiti e contenuto
Questo piccolo archivio consta di 42 pezzi, con documenti cartacei datati tra il 1407 e il 1897 (notizie a partire dal 1137) e 20 pergamene delle quali la più antica risale al 1487.
Le scritture riguardano prevalentemente l'amministrazione del patrimonio feudale della famiglia e in particolare i feudi di San Lorenzo, Felitto, Limatola e Frasso.
L'archivio fu depositato tra il 1948 ed il 1949 da Ferdinando Acton di Leporano.
strumenti di ricerca presenti in Sala di Studio
inv. 569.  a cura di Renata Orefice.
unità di descrizione separate
Carafa di Malizia