struttura gerarchica
  • Complessi documentari dell'Archivio di Stato di Napoli 
  • Archivi privati 
serie
Complessi documentari (Anagrafe degli archivi)
livello di descrizione
Fondo
titolo e estremi cronologici
De' Medici Carmignano1546 - 1935
descrizione fisica
pezzi  70
soggetto produttore
De' Medici Carmignano (sec. XIX)
collocazione
stanza 165
ambiti e contenuto
L'archivio fu depositato, in rappresentanza dei fratelli e dei cugini Cappella di Montesanto, da Carolina Brancia d'Africene, figlia di Teresa De' Medici e nipote di Carmela Carmignano. L'archivio offre nella sua consistenza originaria carte di natura feudale, conti amministrativi, produzioni giudiziarie, carte varie, registri ed indici. Il lavoro di riordino ha portato alla individuazione di 18 serie corrispondenti a carte sciolte e volumi raccolte in 70 buste a cui seguono i registri. Ai documenti dei Medici si unirono le carte dei Carmignano a seguito del matrimonio di Goffredo de' Medici con Giulia Carmignano e, in seconde nozze, con la di lei sorella Carmela. L'archivio contiene solo documenti riguardanti Goffredo de' Medici, i suoi germani (di cui Giuliano fu guardia del Corpo e il figlio Eduardo generale del regio esercito), e suoi 11 figli. Più consistente è la documentazione della famiglia Carmignano le cui carte arrivano fino a Carlo e Alfonso suo padre per un arco cronologico che va dal XVIII al XX secolo.
L'archivio risulta diviso fra carte e registri. Le varie serie sono identificate con una numerazione a cifra romana da 1 a 18, senza divisioni fra le due articolazioni principali.
strumenti di ricerca presenti in Sala di Studio
inv. 677.  a cura di Caterina Cicirelli