struttura gerarchica
  • Complessi documentari dell'Archivio di Stato di Napoli 
serie
Complessi documentari (Anagrafe degli archivi)
livello di descrizione
Fondo
titolo e estremi cronologici
Opere Pie1700 - 1897
storia istituzionale
Il complesso è costituito dagli archivi delle opere pie concentrate nella Congregazione di carità di Napoli, a norma delle leggi 3 agosto 1862, n. 753 (art. 29) e 17 luglio 1890, n. 6792. Già la prima, pur riconoscendo il principio dell'autonomia delle opre pie, sanciva quello della tutela e del controllo pubblico su tali istituzioni. A tale scopo istituiva congregazioni di carità in ogni comune. La legge del 1890, però, mirò a riordinare tutta la materia, a rendere più efficace il controllo pubblico ed a potenziare l'ingerenza governativa. Pertanto all'art. 56 prescriveva la "concentrazione" nelle rispettive congregazioni di carità, delle "istituzioni pubbliche di beneficenza", delle quali fossero venute a mancare o non si potessero costituire l'amministrazione e la rappresentanza per "difetto di disposizioni dell'atto di fondazione". Dovevano essere altresì concentrate quelle opere che avessero rendita inferiore a £. 5000 e quelle di cui fosse necessario rendere più semplice ed economica l'amministrazione ( art. 57).
Il fondo comprende anche pochi documenti appartenenti alla "Congregazione di carità di Napoli" ed alla "R. Commissione di beneficenza", ente che aveva funzioni analoghe alla Congregazione di carità in epoca borbonica.
ambiti e contenuto
L'esiguità della documentazione relativa alla Congregazione di carità fa sì che il complesso vada considerato come un aggregato di archivi, a cui attribuire una denominazione collettiva, piuttosto che quella dell'ente che ha riunito i vari archivi.
strumenti di ricerca presenti in Sala di Studio
inv. 461; 528-532. 
altri strumenti di ricerca
L'elenco di versamento è il n. 461.