+-100%
struttura gerarchica
  • Complessi documentari dell'Archivio di Stato di Napoli 
serie
Complessi documentari (Anagrafe degli archivi)
livello di descrizione
Fondo
titolo e estremi cronologici
Repubblica Napoletana del 17991799
descrizione fisica
pezzi  non numerati
soggetto produttore
Real camera di Santa Chiara, Napoli
collocazione
stanza 214
storia istituzionale
Obiettivo dei legislatori della Repubblica fu quello di introdurre nello Stato, insieme con le modifiche costituzionali, le innovazioni nell'apparato amministrativo e giudiziario richieste dall'anomalo sovraffollarsi di confuse competenze presso le varie istituzioni borboniche e preborboniche.
In un primo momento, con decreto del 14 piovoso (2 febbraio 1799), emanato dal governo provvisorio, si lasciarono sopravvivere le vecchie magistrature, mutandone tuttavia la denominazione: la Regia Camera della Sommaria si chiamò Camera dei conti nazionali, la Gran Corte della Vicaria si disse Gran Corte Nazionale, il Sacro Regio Consiglio fu detto Supremo Consiglio Nazionale, la Real Camera di S. Chiara Supremo Tribunale consultivo nazionale o Camera consultiva nazionale.
ambiti e contenuto
La scarsità di documentazione relativa al periodo della Repubblica del '99, essendo note le vicende che portarono alla distruzione di tutte le carte relative a questo periodo appena trascorsa la Rivoluzione per espresso comando di Ferdinando IV, ha indotto, nel corso della revisione operata in seguito alle distruzioni del '43, a riunire in un medesimo fondo tutti i frammenti che venivano man mano identificati. Si tratta quindi in questo caso non di un fondo archivistico vero e proprio quanto di una raccolta a posteriori di materiale avente svariata origine, quand'anche di valore documentario estremamente rilevante. La provenienza dei singoli pezzi è da identificare in massima parte dai "Processi antichi", ma anche da altri fondi archivistici; in ogni caso è da sottolineare il carattere assolutamente parziale e miscellaneo della documentazione, in cui elemento unificatore è l'appartenenza ad un medesimo periodo storico delle singole carte e non un'organica provenienza dagli organi politici ed amministrativi del periodo rivoluzionario. Ciononostante, Catello Salvati rinvenne un piccolo nucleo documentario omogeneo proveniente dal Supremo tribunale consultivo nazionale, l'organo che, durante il semestre repubblicano, prese il posto della Camera di Santa Chiara in virtù del decreto del Comitato di polizia generale dato in Napoli il 2 febbraio 1799.
strumenti di ricerca presenti in Sala di Studio
inv. 501.  Inventario n. 501. Si tratta di un volume a stampa di Catello Salvati: "La Repubblica napoletana del 1799 negli atti originali del suo governo", estratto dagli "Atti" dell'Accademia Pontaniana (Nuova Serie - Volume XVI), Napoli, Giannini, 1967.