struttura gerarchica
  • Mostre temporanee
  • Napoli e il Mediterraneo islamico nei documenti del Ministero degli affari esteri (1734 - 1860).
serie
Mostre temporanee
livello di descrizione
fondo
titolo e estremi cronologici
Giovanni d'Errico, console napoletano ad Algeri, comunica ad Antonio Statella, principe di Cassaro, ministro degli affari esteri, che "la gran questione egizio-ottomana è passata sotto il dominio della diplomazia europea" con "de' protocolli che saranno a Sultan Mahmud più funesti de' colpi di cannone, poichè divideranno l'Impero fra il legittimo sovrano ed un insolente ribelle"1833 mar. 26Costantinopoli
collocazione
Ministero degli affari esteri, 248