struttura gerarchica
  • Mostre temporanee
  • Napoli e il Mediterraneo islamico nei documenti del Ministero degli affari esteri (1734 - 1860).
serie
Mostre temporanee
livello di descrizione
fondo
titolo e estremi cronologici
Emiddio Antonini, ministro plenipotenziario napoletano a Parigi, scrive a Luigi Carafa, duca di Traetto, ministro degli affari esteri: "Da Torino conoscerà i dettagli dell'accessione del Piemonte al trattato di alleanza tra la Francia e l'Inghilterra. Sebbene si dica in quel trattato che non debbasi aspirare a nessun vantaggio individuale, si crede nondimeno che il Piemonte abbia la promessa, nel caso della conquista della Crimea, di riottenere alcuni degli stabilimenti che possedevano i Genovesi. L'Austria ritira dal trattato la sicurezza della quiete della Lombardia. Anzi si è spinta la cosa fino all'epigramma dicendosi che quindicimila piemontesi andranno sotto gli ordini del maresciallo Radeski"1855 gen. 16Parigi
collocazione
Ministero degli affari esteri, 4545