+-100%
struttura gerarchica
  • Mostre temporanee
  • Napoli e il Mediterraneo islamico nei documenti del Ministero degli affari esteri (1734 - 1860).
serie
Mostre temporanee
livello di descrizione
fondo
titolo e estremi cronologici
Guglielmo de Ludolf, console napoletano a Costantinopoli, invia a Bernardo Tanucci, segretario degli affari esteri napoletano, uno "Spaccato della Macchina eretta nel Palazzo del R. Ministro delle Due Sicilie in Costantinopoli per la nascita d'un Principe, il quale appena venuto al mondo morì"1776 set. 14Pera di Costantinopoli
collocazione
Ministero degli affari esteri, 226