struttura gerarchica
  • Complessi documentari dell'Archivio di Stato di Napoli 
serie
Complessi documentari (Anagrafe degli archivi)
livello di descrizione
Fondo
titolo e estremi cronologici
Corriere Maggiore1611 - 1812
descrizione fisica
pezzi  152
soggetto produttore
Corriere maggiore, Napoli
collocazione
stanza 140
storia istituzionale
L'istituzione di un servizio postale pubblico risale nel Regno di Napoli al secolo XVI con le prammatiche del 18 settembre 1559, del 28 settembre 1564, e 15 gennaio 1572. Il servizio vene riorganizzato nel 1742 con lo stabilirsi di due classi di corrieri, l'una detta di gabinetto (per i servizi della Casa Reale e della Segreteria degli affari esteri) l'altra di Calabria (per il trasporto della posta in Sicilia), e in più i corrieri e della corte di Roma dipendenti della Direzione della Regia Posta di Roma e i corrieri di Costantinopoli.
A questi presiedeva il Corriere Maggiore con un ufficio che si chiamava "Ufficio del Corriere Maggiore".
Nell'ambito di quest'ufficio era largamente adoperato il sistema degli affitti delle singole stazioni di posta o delle singole tenenze o anche di tutto il servizio.
ambiti e contenuto
Il fondo si presenta come una miscellanea di documenti relativi all'amministrazione del servizio postale provenienti in particolare dalla Camera della Sommaria, che aveva il compito di revisionare i conti e gli affitti della posta e dalle Segreterie di Stato che, in tempi diversi, si occuparono di questioni differenti legate all'attività dell'ufficio del Corriere. Poiché questa documentazione presenta carattere di grande casualità, è possibile rinvenire nei fondi di quelle magistrature altra documentazione relativa all'attività del Corriere Maggiore.
La documentazione del fondo è ordinata cronologicamente a causa della varietà degli atti.
Il materiale documentario, che si avvale di indici e repertori, consta di conti, carte contabili e pagamenti, atti di affitto dei rilievi di posta, pagamenti agli impiegati, ordini e spese per i corrieri, per le vetture trasporto posta, nonché note sul personale e disposizioni di massima.
Nel fondo sono compresi 15 fasci di frammenti appartenenti alla Delegazione del Corriere mentre un volume del 1709 "Platea delle terminazioni" emesse dall'ufficio del Corriere Maggiore è unito all'archivio dell'Amministrazione Generale delle poste e dei procacci.
strumenti di ricerca presenti in Sala di Studio
inv. 505.  a cura di Fortunata Carnevale
unità di descrizione separate
Un volume del 1709 "Platea delle terminazioni" emesse dall'ufficio del Corriere Maggiore è unito all'Amministrazione Generale delle poste e dei procacci.