struttura gerarchica
  • Complessi documentari dell'Archivio di Stato di Napoli 
  • Archivi privati 
serie
Complessi documentari (Anagrafe degli archivi)
livello di descrizione
Fondo
livello di descrizione
liv.1
titolo e estremi cronologici
Cito Filomarinosecc. XII - XX
descrizione fisica
pezzi  51
metri lineari  15
soggetto produttore
Cito Filomarino, marchesi di Torrecuso (secc. XII-XX)
collocazione
stanza 167 soppalco
ambiti e contenuto
Nel 1977 la principessa Maria Cito Filomarino, su suggerimento del principe di Leporano Acton, inviò parte dell'archivio Cito di Torrecuso, appartenente alla duchessa Bibula Cito, in deposito presso l'archivio di Stato di Napoli. L'archivio contenuto in tre casse di legno e in una scatola di cartone consisteva in un libro maggiore e 50 cartelle contenenti carte di natura varia (atti giudiziari ed altro materiale dichiarato di notevole interesse storico). Già nel 1970 il principe di Leporano Ferdinando Acton fece dono di lettere indirizzate, dopo l'annessione del regno, al conte Cito di Torrecuso ministro della Real Corte di Napoli. Su espresso desiderio del principe Acton tali documenti furono riuniti all'archivio di casa Borbone. Le lettere sono datate tra il 1855-1870. Tra queste si segnalano: lettere del principe Gaetano di Borbone conte di Girgenti, lettera di Capace Galeotta di Regina ministro a Pietroburgo, lettere del principe di Chimay, lettere di monsignor Gaetano Aloisi.
altri strumenti di ricerca
Elenco di versamento redatto al momento del deposito nell'Archivio di Stato di Napoli, sezione archivi privati.